Sindacati sul piede di guerra a Candela: “sospendiamo trattative per salario accessorio”

Condividi :)

Perulli: “Atteggiamenti platealmente arroganti e prevaricanti dei vertici amministrativi dell’Ente, a partire dal sindaco Gatta

“La trattativa per il ‘Fondo salario accessorio 2023’ dei dipendenti pubblici del Comune di Candela è interrotta. La nostra decisione, come Cisl FP di Foggia, è dovuta all’impossibilità di continuare il dialogo di fronte ad atteggiamenti così platealmente arroganti e prevaricanti dei vertici amministrativi dell’Ente, a partire dal sindaco Gatta”.

Lo dichiara Marcello Perulli, Segretario Generale della Cisl FP di Foggia.

“La tutela dei diritti e della dignità dei nostri iscritti è la coordinata maestra sulla quale si muove la nostra azione sindacale. La ricerca del dialogo e della collaborazione sono priorità in tale azione – sottolinea Perulli – Ma quando ci troviamo ad assistere a comportanti, non solo di chiusura, ma anche di forzato ostracismo con ‘uscite’ platealmente offensive verso i lavoratori, dove l’espressione più elegante è stata quella di mettere letteralmente ‘a cuccia’ chi era più che legittimato a parlare, allora siamo costretti a scegliere la sofferta decisione di alzarci dal tavolo di trattative e non accettare comportamenti non consoni ed intollerabili. I dipendenti del Comune di Candela, tutti, hanno i loro diritti e noi non lesineremo mai gli sforzi per garantirli. Non ci spaventiamo, di certo, dinanzi alle sparate o alle prese di posizione ingiustificate di chiusura immotivata senza qualsivoglia supporto logico, economico e amministrativo. Non ci lasciamo intimidire nemmeno da velate minacce circa il futuro lavorativo di ‘alcuni’ dipendenti e non consentiamo penalizzazioni ad personam verso i nostri iscritti o verso chi non rientri nel ‘cerchio magico’ voluto da qualcuno. Vorrà dire – conclude il segretario generale della Cisl FP di Foggia – che sceglieremo altre forme di rivendicazione, sempre nell’ambito dell’azione sindacale corretta, incisiva, schietta e rigorosa. Così come avviene nella quasi totalità degli Enti nei quali operiamo quotidianamente”.

fonte: www.immediato.net