Difesa, il Capo di Stato Maggiore della Marina non convoca le rappresentanze sindacali del personale civile ed elude il confronto sindacale

Condividi :)

Facebook
Google+
http://www.cislfppuglia.it/2018/04/03/ifesa-il-capo-di-stato-maggiore-della-marina-non-convoca-le-rappresentanze-sindacali-del-personale-civile-ed-elude-il-confronto-sindacale/">
Twitter

Sono ormai trascorsi più di venti giorni da quando Fp Cgil, Cisl Fp, Uil PA e Confsal-Unsa hanno chiesto al Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio di Squadra Walter Girardelli, una convocazione per discutere di alcune rilevanti e tuttora irrisolte problematiche che continuano a recare grande disagio al personale civile della difesa in servizio presso importanti siti produttivi e sedi della Marina.
Ad oggi nessuna notizia di una possibile convocazione è ancora pervenuta alle scriventi segreterie nazionali.
Un atteggiamento incomprensibile ed oltremodo dilatorio, a nostro giudizio, quello palesato dal Capo di Stato Maggiore della Marina nell’occasione, sia dal punto di vista formale, alla luce delle innovazioni introdotte sul tema delle relazioni sindacali dal nuovo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Comparto delle Funzioni Centrali, che da quello di merito, rendendo ormai manifesto, peraltro in netta controtendenza rispetto a quanto dimostrato fino ad oggi, uno strano disinteresse verso questioni di grande importanza per il personale civile amministrato che, invece, meriterebbero ben altro approccio e trattazione.
Fp Cgil, Cisl Fp, Uil PA e Confsal-Unsa, nell’ottica di un costante e proficuo confronto con l’Amministrazione, ribadiscono l’esigenza di ottenere una urgente convocazione, anche al fine di evitare il rischio che le questioni segnalate possano diventare problematiche di più ampia portata.

Condividi